Comune di Conza della Campania » Conosci la città » Storia

Albo Pretorio

Albo On Line

 

 Pubblicazioni di Matrimonio

Amministrazione Trasparente

 

Amministrazione Trasparente

Suap

SUAP

C.U.C.

cuc

Comunità Europea

 

Unione Europea

Regione Campania

 

Regione Campania

Provincia di Avellino

 

Provincia di Avellino

Protezione Civile

Protezione Civile

Piano Comunale di Protezione Civile

Piano Comunale di Protezione Civile

Istituto Comprensivo "A.Manzi" - Calitri

 

Istituto Comprensivo "A.Manzi" - Calitri

Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

RSS di - ANSA.it

Contatti

 

Contatti

Regolamenti comunali

Regolamenti Comunali

Normativa Statale

Consulta la normativa statale

Linea Amica

 

Linea Amica

PROLOCO COMPSA

Pro Loco Compsa

 

OASI WWF LAGO DI CONZA

Oasi WWF Lago di Conza

Situazione meteo

Meteo Conza della Campania

 

 

GOOGLE MAPS

 

Conza della Campania

Fotogallery

Panorama Conza della Campania

Storia

Conza, città importante in età romana e altomedievale, decadde in età moderna anche a causa dei frequenti terremoti che ne decimarono la popolazione. Uno tra i più disastrosi nella sua storia fu quello del 25 ottobre 990, ricordato da molte fonti, dopo il quale la città «restò per metà adeguata al suolo, né da quel tempo è più risorta». Ciò che restava dell'antica Compsa finì per raccogliersi su una collina, con le case raggruppate l'una sull'altra intorno al castello. Il territorio circostante, ricco di acque, boschi e cacciagione, con terreni fertili coltivati a grano e a vigneto, forniva risorse più che sufficienti alla piccola comunità.

La città fu sede vescovile dal VI secolo, prima diocesi suffraganea di Salerno e in seguito, dall'XI secolo, sede arcivescovile metropolitana. L'arcivescovo possedeva inoltre le abbazie di Santa Maria de Foris e di San Mauro (nei pressi di Buccino), i feudi rustici di Cisterna, Cerrutolo e Castiglione de Comitissa (vicino Calitri), Castiglione de Murra (nei pressi di Morra), il casale di Mauriello (presso Pescopagano), la terra di Torricella (nell'agro di Buoninventre), il casale di Boiara (presso Teora) e l'abbazia di Santa Maria in Elce (a poca distanza da Calitri). Infine, fuori della diocesi, appartenevano alla Mensa arcivescovile anche l'abbazia di Santa Venere con il feudo di Palorotondo.

Alla fine del XV secolo Conza aveva perso l'importanza avuta nei secoli precedenti, ma conservava numerose memorie degli antichi splendori. La città, che apparteneva ai Gesualdo con il titolo di contea, era circondata da una potente cinta di mura, le strade conservavano la pavimentazione di età romana, oltre a diversi ruderi di edifici antichi; sulla sommità della collina sorgeva il palazzo baronale, «con membri assay», disposto intorno a un cortile, dal quale si accedeva anche al vicino giardino, coltivato in parte a vigneto e in parte a frutteto. Il palazzo era quasi sempre abbandonato, poiché a causa del clima poco salubre della città i feudatari preferivano abitare nei castelli di Gesualdo o di Calitri, più comodi in tempo di pace e più sicuri in tempo di guerra. Nemmeno gli arcivescovi di solito risiedevano a Conza, bensì a Santomenna (d'inverno, per il clima più mite) o a Sant'Andrea (d'estate, per il clima più fresco); in ognuno di questi due casali, sui quali la Curia esercitava la giurisdizione, sorgeva un palazzo arcivescovile.

                                                                                                  avanti

                                                                                                     

                                                                                                                                             

                                                                                                                                                                                                                 

COMUNE DI CONZA DELLA CAMPANIA

Provincia di Avellino

Medaglia d’oro al merito civile

Partita IVA 00232380642

83040 Piazza Municipio, n° 1 - Tel. 0827 39013 – Fax 0827 39380

www.comune.conzadellacampania.av.it

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.231 secondi
Powered by Asmenet Campania